pao

pao

Sono moltissime le donne che conservano i cosmetici dopo la loro effettiva data di scadenza, soprattutto quando quest?ultima ? segnata soltanto sulla scatola e non sul prodotto. Come fare, dunque, a capire quando ? giunto il momento di buttare via un prodotto senza avere il PAO a disposizione (e prevenire cos? eventuali danni alla pelle)?

Anzitutto, occorre ricordare il fatto che per legge ? obbligatorio indicare sulla confezione del?cosmetico la data di scadenza solo nel caso in cui quest?ultimo abbia una durata inferiore ai 36 mesi. Tutti i prodotti, invece, devono specificare sull?etichetta il PAO (acronimo di Period after Opening), cio? il periodo di tempo in cui il prodotto, una volta aperto, pu? essere utilizzato. Per chi non lo sapesse, ? indicato da un vasetto aperto sul quale sono presenti un numero e la lettera M (cos?, ad esempio, se trovate la dicitura ?12M?sapere che essa equivale a 12 mesi).

Un cosmetico aperto va tenuto chiuso, lontano da fonti di calore e va sempre applicato con le mani pulite.

Come capire allora quando un prodotto ? scaduto?

Per capire se ? giunto il momento di gettarlo una buona norma ? osservarne lo stato di conservazione: il colore non deve infatti aver subito alterazioni e non deve odorare di rancido, un po? come accade per gli alimenti.

Bisogna fare molta attenzione, perch? se il prodotto ? scaduto si ? esposti a un vero e proprio rischio batterico: se si utilizza un cosmetico scaduto con le mani si potrebbe infatti favorire l?ingresso dei batteri all?interno e, se il PAO ? superato, questi germi possono proliferare e, a contatto con la pelle, causare delle piccole infezioni.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

15 − 10 =